• Home
  • Chi siamo

Chi siamo

 

Il Museo Nazionale
della Resistenza

VERSO UN MUSEO

CAPACE DI INFORMARE ED EMOZIONARE

Il Museo Nazionale della Resistenza di Milano è un progetto del Ministero della Cultura e del Comune di Milano con il supporto dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri e della rete degli Istituti italiani per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea.

Masterplan © Herzog & de Meuron © 2018 Google Image © Landsat / Copernicus
Immagine in alto in apertura, aerial view © Herzog & de Meuron © 2019 Google Image © Landsat / Copernicus; immagine sopra, masterplan © Herzog & de Meuron © 2018 Google Image © Landsat / Copernicus

La sede del Museo sarà nell’edificio progettato dallo studio Herzog & de Meuron, a completamento del Piano Integrato di Intervento dei Bastioni di Porta Volta, già in parte realizzato lungo via Pasubio con la sede gemella di Fondazione Feltrinelli: lo spazio, complessivamente di circa 3.800 metri quadrati, sorgerà all’interno dell’area comunale tra via Montello e via Volta.

museonazionaleresistenza.it:

PER RACCONTARE IL MUSEO CHE VERRÀ

Il sito accompagnerà i visitatori alla scoperta del Museo con l’intento di avvicinare i cittadini milanesi, italiani e il pubblico internazionale a fatti e valori della lotta di liberazione; di consentire loro di conoscere il progetto e seguire il cantiere di realizzazione; di sensibilizzare e coinvolgere i giovani, grazie anche alle sezioni Il Museo che vorrei e Timeline.

Io sono figlio di un giovane partigiano bianco e mi sono sempre portato dietro la paura che quel ricordo si smarrisca. È quindi importante che ci sia un luogo nazionale per ricordare alle future generazioni ciò che hanno fatto le nostre madri e i nostri padri per darci quella libertà che oggi riteniamo scontata e ovvia, mentre non lo è per niente perché si è data la vita e la giovinezza per ottenerla.
Dario Franceschini, Ministro della Cultura

MILANO.

“CAPITALE DELLA RESISTENZA”

Milano è stata scelta come sede del Museo per il suo passato, per il suo ruolo di “capitale della Resistenza” e sede del CLNAI, il Comitato di Liberazione Nazionale dell’Alta Italia; è stata scelta per il suo presente, per essere oggi una metropoli europea in grado di dare un’adeguata rilevanza a un progetto di tematica storica con un carattere urbano, architettonico, museologico e museografico di valenza nazionale e internazionale.

I partigiani con i loro fucili posano per il fotografo nella postazione di via Ceresio, eretta a difesa della centrale termoelettrica, Milano
I partigiani con i loro fucili posano per il fotografo nella postazione di via Ceresio, eretta a difesa della centrale termoelettrica, Milano

La fine dei lavori è prevista per il 2025/2026 ma, da oggi sino alla inaugurazione, il sito museonazionaleresistenza.it raccoglierà e racconterà le memorie e la storia della Resistenza italiana in un percorso di parole, foto, video, audio e documenti d’epoca.

Milano ha l’onore di essere stata scelta per ospitare il Museo Nazionale della Resistenza, un luogo della memoria, condivisa, conservata e diffusa, dove mantenere vivi i valori fondanti del nostro Paese. Milano è orgogliosa della sua storia e della sua identità di città della Resistenza e questo Museo e i suoi canali digitali ne daranno ulteriore testimonianza in Italia e nel mondo.
Giuseppe Sala, Sindaco di Milano
Un operatore della V armata filma il 30 aprile 1945 in piazza Baiamonti - esattamente dove dovrebbe sorgere il Museo - mentre i tedeschi abbandonano Milano. [Fonte – National Archives Usa]
Via Dante Milano
A sinistra, colonne tedesche arrese in via Dante, Milano; a destra, i partigiani nel palazzo comunale, 25 aprile 1945, Torino
Veveri
26 aprile 1945 a Veveri, quartiere a nord di Novara. Monsignor Ossola, vescovo della città, media tra partigiani e tedeschi la resa nazista, Novara
Liberazione di Bologna [Fonte – AAMOD archivio audiovisivo del movimento operaio]

UNA RETE NAZIONALE

DI ISTITUTI E ASSOCIAZIONI

I contenuti del Museo sono stati elaborati dall’Istituto Nazionale Ferruccio Parri – Rete degli Istituti per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea, che si è avvalso della collaborazione e dei materiali resi disponibili dalle associazioni che partecipano al progetto:

AICVAS – Associazione Italiana Combattenti Volontari Antifascisti di Spagna
ANED– Associazione Nazionale Ex Deportati nei Campi Nazisti
ANEI – Associazione Nazionale Ex Internati nei Lager Nazisti
ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia
ANPPIA – Associazione Nazionale Perseguitati Politici Italiani Antifascisti
ANRP – Associazione Nazionale Reduci dalla Prigionia, dall’Internamento, dalla Guerra di Liberazione e loro familiari
CASA DELLA MEMORIA – Comune di Milano
FIAP – Federazione Nazionale Associazioni Partigiane
FIVL – Federazione Italiana Volontari della Libertà
e
ISTITUTO NAZIONALE Ferruccio Parri – Rete degli Istituti per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

Il Museo Nazionale della Resistenza in breve

IL MUSEO

Il Museo è un progetto del Ministero della Cultura e del Comune di Milano con il supporto dell’Istituto Nazionale Ferruccio Parri e della rete degli Istituti italiani per la Storia della Resistenza e dell’Età Contemporanea

IL PROGETTO

Il Museo offrirà al visitatore un’immagine aggiornata e complessa della Resistenza, fornirà materiali, storie e scenari per far conoscere la storia dell’Italia in Età Contemporanea

DOVE

La sede del museo, edificio gemello progettato dallo studio Herzog & de Meuron, sorgerà all’interno dell’area comunale di Milano lungo i Bastioni di Porta Volta, tra via Montello e via Volta

QUANDO

La fine dei lavori è prevista per il 2025/2026. Da oggi sino al momento dell’inaugurazione vera e propria del Museo, museonazionaleresistenza.it raccoglierà e racconterà le storie e i protagonisti delle nostre Resistenze